Tutto quello che devi sapere prima di
scegliere il tuo MATERASSO

Per dormire sonni tranquilli è importantissimo scegliere un materasso Made in Italy. Tra i materassi di alta qualità puoi trovare materassi certificati 'Presidio Medico Sanitario'. In questa sezione ti abbiamo preparato una guida per aiutarti a capire qual è il materasso più adatto a te.


I consigli dell'osteopata per dormir bene

Un riposo rilassante ed ergonomico è un ottimo investimento in salute: la pensa così anche lo Stato che ha deciso di incentivare il tuo buon riposo.
Il Servizio Sanitario Nazionale eroga un incentivo per acquistare Materassi e Supporti come cura per patologie inerenti ai disturbi del sonno quali: problemi di salute specifici, problemi di decubito dovuti ad infermità temporanee o permanenti, dolori articolari, disturbi alla colonna vertebrale e agli arti, lesioni da pressione, allergie agli acari o materiali come lana e lattice.
Il minore gettito fiscale degli incentivi è abbondantemente giustificato dai risparmi nelle erogazioni pubbliche, necessarie per curare le patologie psico-fisiche, causate da posture sbagliate ed insonnia.
Il contribuente deve essere in possesso di prescrizione medica e deve acquistare un materasso omologato comedispositivo medico CE in Classe 1. Un Materasso o un supporto come la rete a doghe, è Dispositivo Medico CE Classe 1 quando le materie prime utilizzate sono state sottoposte a test da laboratori esterni certificatori, e quando il sistema di costruzione è stato protocollato ed ha ottenuto la marcatura CE e la classificazione di materasso ortopedico antidecubito. Il materasso è considerato pertanto a tutti gli effetti dispositivo medico ai sensi degli art. 1 e 2 del D.LGS del 24 febbraio 1997 n° 46.

Quanto dura un materasso e ogni quanto cambiarlo?

8 elementi da considerare per la scelta del tuo materasso:

L'importanza di scegliere il cuscino giusto.

Spesso si sottovaluta l’importanza del cuscino. È molto importante per la posizione e lo stato sia del collo che della nuca. Per stato intendiamo relax della cervicale e/o la freschezza del testa. Esistono cuscini di varie tipologie sia nelle forme che nei materiali. Le forme di cuscino più diffuse sono quelle a forma di saponetta oppure ortocervicali. La forma del cuscino a saponetta è quella semplice e più richiesta. Questo cuscino può essere fatto con materiale Memory (in fibra di cotone o sintetico) oppure abbinando memory e molle. È indicato per tutte le esigenze. Il cuscino ortocervicale è caratterizzato da una forma a doppia onda. È curvo nella parte alta e bassa mentre al centro ha una curva contraria concava. Questa particolare forma agevola e accoglie in modo naturale la forma del collo e della nuca. La sua forma permette l'allineamento ed il relax naturale delle vertebre. Indicato in modo particolare per le persone che hanno esigenze specifiche di collo, previene fastidi che nascono per un'errata postura. È indicato anche per chi dorme su un fianco. Abbiamo anche cuscini con forme particolari ad esempio a forma di ferro cavallo, a ciambella, a forma di salamino. Si tratta di tipologie meno diffuse.

I materiali usati, come già indicato prima, possono essere lavorati in modo diverso: in pieno oppure con una foratura più o meno diffusa. Il modo di forgiare il prodotto internamente, permette di arrivare a risultati completamente diversi a parità di forma esterna e di dimensione. Ad esempio, un cuscino in Memory con una foratura diffusa permette al cuscino un’aereazione più elevata a favore della freschezza della cute e della temperatura.
Non sono da trascurare assolutamente le coperture usate per i cuscini: sia in termini di materiali che di sfoderabilità. Un cuscino con un vestito di puro cotone naturale al 100% sfoderabile ovviamente è un plus apprezzato dai consumatori. Ovvio che un tessuto in misto cotone e non sfoderabile risulta sicuramente più economico a discapito della performance del prodotto. Anche i rivestimenti antibatterici naturali come ad esempio tessuti in aloe vera o in fibra di argento sono molto importanti e li suggeriamo vivamente.

Materasso matrimoniale o 2 singoli ? Quale scegliere?

Il materasso duro fa sempre bene alla schiena?

Che materasso scelgo?

Molle tradizionali

Le molle biconiche hanno una forma a clessidra, larga in alto, stretta al centro e larga in basso, Solitamente vengono assemblate con un filo d’acciaio che ricorda una serpentina a spirale. Potendolo ispezionare, al suo interno troveremo una struttura fatta di molle tutte unite tra di loro. Il materasso con le molle da sempre è considerato il materasso ortopedico e la sua caratteristica principale è la durata nel tempo, inoltre ha una grande compattezza strutturale ed un ottimo sostegno ergonomico. Il primo prodotto a molle è stato il materasso a sistema elicoidale. Il Materasso ortopedico, può essere rivestito con una cover doppia stagione, utilizzabile in inverno grazie ad una falda di lana e in estate grazie ad una falda di cotone/lino, semplicemente capovolgendolo. Il materasso ortopedico è indicato particolarmente per chi vuole un buon prodotto e allo stesso tempo risparmiare. Una delle caratteristiche negative di questa tipologia di materasso è quella di trasmettere eccessivamente il movimento, soprattutto nella versione matrimoniale. Si tratta di un  materasso decisamente più pesante rispetto ad altri per via del materiale impiegato. Quindi si suggerisce su un letto matrimoniale di usare due materassi singoli per avere due movimenti differenziati e per poter muovere e girare il materasso più agevolmente. Tendenzialmente questo tipo di materasso non è sfoderabile. Una buona caratteristica del materasso a molle ortopedico è che grazie alla sua lavorazione con una elevata ventilazione  risulta discretamente  fresco .

Molle insacchettate

La molla insacchettata, a differenza della molla biconica tradizionale, ha una forma cilindrica semplice. È una molla normalissima con un vestito. Questo permette ad ogni singola molla di rispondere alla spinta in modo più efficace ( rispetto all'ortopedico con molle biconiche ) al corpo quando ci si sdraia. Molto consigliato dai fisioterapisti per la sua dinamicità nel rispondere al peso ed alle forme del corpo, indicato prevalentemente per chi ha esigenze di riabilitazioni post traumatiche. le molle biconiche e  le molle insacchettate possono essere utilizzate in varie misure, riducendone il diametro aumentano notevolmente le quantità generando anche un'incidenza sul costo.   Rimanendo sulla molla insacchettata abbiamo un sistema superiore e quindi a parità di quantità/qualità di molle conviene sempre andare su una molla insacchettata per la capacità che ha di rispondere in maniera più completa alle esigenze del corpo. Spesso insieme alle molle vengono utilizzati altri materiali per evitare che le molle si sentano sulla schiena. L’abbinamento è realizzato con altri     materiali e con altre tipologie di molle. Ad esempio, le molle possono essere rivestite con della lana oppure vengono avvolte all’interno di un tessuto tecnico per far sì che la molla non vada a spingere troppo sul corpo. Abbinate al memory o ad un altro strato di micromolle,  rendono più performante l’accoglienza al corpo e al riposo.  Di solito i materassi a molle non sono indicati per le reti elettriche quindi per le reti che hanno una movimentazione, sia per quanto riguarda la testa sia per quanto riguarda i piedi o per entrambe, si consigliano altre tipologie di materassi.

Lattice

Il materasso in lattice è un ottimo materasso. Molto usato all'inizi degli anni 2000, ora per caratteristiche è leggermente superato dal Memory. Rimane sempre un materasso ricercato dal mercato per i seguenti motivi:
- Elastico e resistente alle rotture.
- Igienico.
- Anallergico.
- Indeformabile.
- Ecologico.
- Naturale.

Memory

Il materasso Memory Foam, con caratteristica visco-elastica, è un materasso che nasce dallo studio tecnologico degli sviluppatori della NASA per rendere confortevole il riposo degli astronauti nei programmi spaziali. La caratteristica che lo differenzia dagli altri materiali usati nel produrre materassi è la sensazione di mancanza di gravità. Infatti grazie al calore che emaniamo si modella in base alle forme del corpo. Pertanto viene anche chiamato anche materiale termosensibile. Il Memory è considerato anche un materiale a bassa “resilienza”. Caratteristica che lo rende resistente alle rotture, ne consegue che al contatto si ha una sensazione di morbidezza e non di rigidità. Quest'ultima caratteristica insieme alla capacità di “automodellarsi” rende il materasso capace di assumere la forma in bassorilievo del corpo in qualsiasi posizione si assuma durante il sonno.

Perchè scegliere un materasso Memory?

Waterfoam

Il materasso Waterfoam è un prodotto in poliuretano espanso a base d’acqua, infatti la traduzione letterale dall'inglese è "schiuma di acqua". È un prodotto ecologico,  che viene fabbricato in assenza totale di materiali nocivi sia per la salute che per l'ambiente (es. è privo di CFC e per questo è assolutamente ecologico). Ha la caratteristica di indeformabilità e pertanto, il Waterfoam, si adatta a molteplici funzioni. Si presta bene alla produzione di materassi in quanto essendo un materiale indeformabile  ritorna al suo stato originale anche dopo numerosissime pressioni da utilizzo. Favorisce il rilassamento muscolare e riesce a ripartire il peso corporeo su tutta la sua superficie. Per la sua conformazione chimica interna, il Waterfoam, lo si può identificare tra i materiali anallergici dove gli acari tendono a non proliferare. Se racchiuso all'interno di un tessuto antiacaro, diventa un prodotto consigliato per chi soffre di allergie. Il Waterfoam oltre ad essere un prodotto molto diffuso, in quanto indeformabile e anallergico, non ha grosse manutenzioni nel suo utilizzo, quindi non necessita di particolari accorgimenti. E' sufficiente ruotarlo testa/piedi e sotto/sopra. Si consiglia di far arieggiare il materasso dopo l’utilizzo al fine di permettere l'evaporazione dell'umidità che il corpo produce normalmente durante il sonno. Usato principalmente nei materassi dei divani letto, si utilizza da solo e non. Abbinato ad altri materiali possiamo ottenere dei materassi molto performanti. Uno dei più diffusi ad esempio è il memory. Il Waterfoam funge da sostegno e scheletro del materasso, in base al taglio e alla foratura, può rendere il materasso più o meno rigido. Molto usato anche per quanto riguarda il secondo letto nei divani. Per secondo letto intendiamo il letto inferiore estraibile, quest'ultimo per motivi tecnici, deve essere di uno spessore limitato (solitamente da un minimo di 10 ad un massimo di 18 cm) e il Waterfoam per caratteristiche risolve l'esigenza di un buon materasso. Tra i vantaggi del materasso in Waterfoam c'è il costo nettamente più basso di altri materiali come i materassi a molle, in  lattice, o materassi in memory.

Tutte le reti vanno bene per tutti i materassi?

Che tipi di rete ci sono e quale scelgo?

Che rete scegliere?

Tutte le reti vanno bene per tutti i materassi?

La risposta è no. Ogni materasso richiede una rete specifica. Per rete intendiamo le reti con le doghe. Escludiamo le reti metalliche, che ormai vengono utilizzate solo nei divani letto che utilizzano materassi dedicati. Ad esempio, se parliamo di materasso a molle tradizionali, abbiamo necessità di abbinare una rete molto sostenuta. Quindi la rete deve avere almeno 13/14 doghe, con una misura di almeno 6 cm, meglio se in legno di faggio. In questo caso , ovviamente, per esigenze estetiche possiamo utilizzare anche una rete completamente in legno di faggio (telaio e piedi). Stesso ragionamento se la scelta ricade su un materasso con molle insacchettate tradizionali.
Se utilizziamo un materasso con le micro molle, essendo lui un materasso più performante, la rete più appropriata è una rete con le micro doghe ammortizzate. Il fine di questo abbinamento è offrire un supporto che segue la flessibilità del materasso. Esauriti i materassi con le molle, ora facciamo degli esempi di abbinamento con i materassi “schiumati”. Per schiumati intendiamo materassi in memory, materassi in poliuretano espanso a densità variabile e i materassi in lattice. Con un materassi schiumati a portanza alta si può abbinare la rete 13/14 doghe.
Per gli schiumati a 4/5 strati con portanza variabile, al fine di esaltare le caratteristiche del materasso, suggeriamo una rete con le micro doghe.
Entrando nelle esigenze personali specifiche abbiamo abbinamenti del tipo: rete con micro doghe con tensionatori di torsione e piattelli, con materassi schiumati ad altezza ridotta. L’altezza ridotta è necessaria per fare in modo che gli accessori della rete siano percepibili. Un materasso molto alto non trasmetterebbe al corpo le caratteristiche della rete.
Infine abbiamo le reti movimentate, manuali o motorizzate, da abbinare tassativamente con i materassi schiumati. Alcuni colleghi indicano anche l’abbinamento rete movimentata con materasso con molle. L’esperienza ci insegna che il materasso con le molle nel giro di poco tempo si rompe, nei punti dove si muove. Certamente tutte le specifiche vengono chiarite all’interno del nostro showroom del centro reti materassi.

Uno sguardo dentro la nostra produzione di materassi Made in Italy

 icona telefonoTEL. 011 317 9595 LIBRO BIANCO RICEVI IL LIBRO OMAGGIO  

Ci trovi in Corso Corsica 19 F - angolo Corso Giambone 51 - Torino.
Tel. 011 317 9595

  • Benvenuto da Casadesign!

Orari di apertura:

LUN

15.00 - 19.30

MAR - SAB

9.30 - 12.30
15.00 - 19.30

DOM

CHIUSO

STAI PER SCEGLIERE IL TUO NUOVO MATERASSO?

Scopri quello che i Venditori di Materassi NON ti dicono...

SCOPRI DI PIù

Scopri il divano più adatto a te!

SCOPRI DI PIù

 icona telefonoTEL. 011 317 9595 LIBRO BIANCO RICEVI IL LIBRO OMAGGIO  
Ca.Sa Design s.n.c. - Corso Corsica 19 F - angolo Corso Giambone 51, Torino | Tel. 011 317 9595 | P.I. 09665490018 | REA TO-1070646 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Privacy e Cookie policy
Design della pagina Arredabook